Sesso in gravidanza

Sesso durante la gravidanza: farlo o non farlo? Se sì, quando e come? Come deve comportarsi il papà? Può far male alla mamma e soprattutto al bambino?

Molte coppie, in una fase fondamentale della loro vita, vivono con ansia questo aspetto importante del loro stare insieme, lasciandosi spesso condizionare più dai luoghi comuni che da una reale conoscenza del tema.
Sfatiamo subito una diceria: fare sesso durante la gravidanza non condiziona il suo naturale corso né può far male al bambino, che se ne sta protetto nell’utero dal liquido amniotico e dal tappo mucoso che sigilla la cervice; con la penetrazione, inoltre, non si arriva a penetrare anche l’utero stesso e quindi non c’è davvero alcun modo di danneggiare il feto.

Le sole ragioni per non fare sesso durante la gravidanza saranno eventualmente decretate dal medico, che potrà sconsigliare l’attività sessuale qualora la mamma abbia già avuto: aborti spontanei; parti prematuri; perdite di sangue o di liquido amniotico; dilatazione o allungamento del collo dell’utero; infezioni in corso; placenta pervia (ossia in una posizione anomala che la potrebbe portare a staccarsi) oppure se il parto sarà multiplo.

Ma il sesso, anche se spesso lo dimentichiamo, non ha a che fare solo col nostro corpo ma anche – e soprattutto – col cuore e con la mente, essendo uno scambio di sentimenti ed emozioni ancor prima che di fluidi. Per questo bisogna considerare che nei primi mesi della gravidanza la donna può sì subire un calo del desiderio in seguito a una trasformazione ormonale (anche se in alcuni casi può avvenire l’opposto) o alla debilitazione fisica dovuta alle nausee e ad altri malesseri ma può anche sentirsi meno desiderabile da parte del partner. Per questo è importare cercare un’intimità complice, comunicare e non trincerarsi dietro i propri dubbi e le proprie ansie.

Pubblicità
loading...

Per farla breve: una sana attività sessuale durante la gravidanza non nuoce a nessuno dei componenti della famiglia e anzi può contribuire a creare e consolidare un clima di intesa che non può che avere dei benefici nell’attraversamento di una fase così delicata. Inoltre, si può fare fino a non troppo tempo prima del parto: certo, via via il pancione diventa sempre più ingombrante, ma quale ostacolo non si può aggirare con un po’ di sana e audace fantasia?


Articoli che potrebbero interessarti

Tags:

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento