Sesso doloroso: che fare?

Componente fondamentale della vita di coppia è l’aspetto sessuale. I rapporti a due rafforzano l’intimità tra i partner, creano un legame sempre più stretto e sono fondamentali per il benessere e la condivisione di tutti gli aspetti della vita familiare.

Se però il sesso dovesse provocare dolore, e questo capita principalmente alle donne, i momenti di abbandono potrebbero essere la causa di malessere e stress.

Ma perché si può provare dolore durante un rapporto? E cosa fare?

I tipi di dolore che possono provarsi durante il rapporto sessuale

Sembra che sia il 15% delle donne a provare dolore durante il rapporto sessuale col proprio partner e nella maggiorparte dei casi la dolenzia è localizzata fortunatamente a un livello piuttosto superficiale. Spesso sono delle infezioni croniche da candida (o di altro tipo) che possono irritare le mucose e renderle eccessivamente sensibili allo sfregamento del pene durante la penetrazione o, dopo la menopausa o comunque in casi particolari, una limitata lubrificazione vaginale può creare attriti fastidiosi e dolorosi.

In alcuni casi la causa è da ricercarsi nelle lesioni dovute a un eventuale parto, specialmente in caso di episiotomia, o nella stessa conformazione vaginale, con un imene abbastanza stretto o una muscolatura iperattiva che non riesce a rilassarsi completamente.

Dolori superficiali e profondi possono invece essere provocati da problemi più seri, come l’endometriosi (patologia abbastanza frequente), vaginiti, vulviti o vulvodinie; queste ultime sono dei disturbi di origine non ben nota che provocano una patologica ipersensibilità delle pareti mucose che al solo sfioramento scatenano un dolore intenso.

Più raramente cancro, spostamento della spirale o un partner con la malattia di Peyronie possono essere la causa di dolori intimi durante il rapporto.

Sono veramente pochi i casi in cui è l’uomo a soffrire di dolore durante il rapporto e spesso si tratta di irritazioni cutanee che rendono la cute del pene, già particolarmente sensibile, piuttosto dolente anche solo a un leggero tocco.

Cosa fare in caso si provi dolore?

Pubblicità
loading...

Nella maggiorparte dei casi, prima di rivolgersi a un medico, le donne aspettano parecchio tempo, per imbarazzo o nella speranza che il problema si risolva da solo. In realtà spesso basta una visita dal ginecologo che con la competenza e l’esperienza può verificare la presenza di patologie cliniche più o meno facilmente curabili con le terapie adeguate.

Quando non è presente alcun disturbo medico, il dolore ha probabilmente un’origine psicologica e in questo caso è opportuno chiedere consiglio a uno piscologo o a un sessuologo.

Sono infatti piuttosto frequenti i casi in cui il dolore provenga da un errato approccio al sesso. Un’educazione troppo rigida può instillare nell’animo l’idea del rapporto intimo come una cosa sbagliata o poco etica ed eventuali violenze subite possono impedire il giusto rilassamento quando si è in intimità col proprio partner.

Piccoli consigli da seguire per evitare di vivere la propria sessualità di coppia in modo difficile sono relativi alla salute e al benessere delle proprie parti intime e al raggiungimento di quella tranquillità e di quel legame in grado di legare i due partner dal punto di vista psicologico e del desiderio sessuale.

Mantenere quindi un’igiene intima adeguata, usando detergenti di qualità, possibilmente naturali e privi di profumazioni chimiche che possono irritare le mucose; indossare biancheria di cotone bianco, in quanto i tessuti sintetici possono impedire la traspirazione e facilitare la proliferazione di batteri e miceti mentre le colorazioni possono non essere di buona qualità, rischiando così di causare infiammazioni alle mucose con cui vengono a contatto; parlare col proprio partner di un eventuale problema rispetto alla propria attività sessuale; aumentare i preliminari permettendo così un’adeguata lubrificazione e un maggior rilassamento dei muscoli, sono tutti buoni consigli da seguire, ma quando tutto questo non basta allora l’unica cosa che rimane da fare è superare l’imbarazzo e rivolgersi a degli esperti in grado di scovare la causa del malessere.

In questo modo diventa possibile tornare a vivere i propri rapporti di coppia con la serenità e il piacere fondamentali per prosegure la vita familiare che in alcuni casi può essere turbata da questo tipo di problemi anche in modo molto profondo.

Perché rischiare allora di rovinare una bella storia d’amore? Risolvere il problema può essere molto facile: basta avere la forza di rivolgersi allo specialista più opportuno.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento