Scambio di coppia: noia o perversione?

Chi sono gli swinger? Cosa fanno? E perché?

Dopo qualche anno una storia d’amore in cui sentimento e passione si uniscono in un connubio di sensazioni forti e appaganti, può rivelarsi sempre meno intrigante, più abitudinaria, a volte un po’ noiosa. Non solo nell’aspetto della vita quotidiana e degli affetti provati, ma soprattutto nell’ambito sessuale: ormai si sa cosa piace, cosa non piace, come si reagisce a un tipo di approccio o a un altro.
Come fare allora per recuperare un po’ di quel brio ormai attutito che dovrebbe essere sempre ben vivo sotto le coperte?
Molte persone si concedono del tempo lontano dal lavoro e dalla quotidianità, magari con una bella vacanza dalla parte opposta della Terra; altri tradiscono e trovano nella clandestinità la voglia di riappropriarsi del “vecchio” rapporto; alcuni, specialmente negli ultimi anni, preferiscono cedere allo scambismo.

Cos’è lo scambismo?

Se non altro, rispetto al tradimento, lo scambismo richiede una certa complicità anche all’interno della coppia stessa.
La pratica consiste nel cercare coppie disponibili a “scambiare” un rapporto sessuale. Uno scambio reciproco di fidanzati e fidanzate, mogli e mariti, compagni e compagne.
Lo scambio può poi avvenire nell’intimità di una casa, in un albergo, in macchina o in club appositamente predisposti.
Ogni coppia preferisce un diverso tipo di scambio: alcune preferiscono conoscere l’altra coppia per avere qualcosa in comune e per poter instaurare un benché minimo feeling sentimentale; altre invece non vogliono assolutamente conoscere i nuovi, temporanei “partner”, perché sapere chi sono procurerebbe più imbarazzo che altro.
Per quest’ultimo tipo di coppie si sta diffondendo una particolare usanza, specialmente nel Sud Italia: incontrarsi in parcheggi predefiniti, farsi cenni con la macchina (frecce, fari….) e rendersi disponibili così a nuovi incontri al buio.
Per gli altri, non rimane che cercare coppie di conoscenti o amici disposti a farsi una passeggiata, magari a cenare insieme e a terminare la serata con dei rapporti incrociati.

Perché scegliere lo scambismo?

Secondo le esperienze di più psicologi a cui le coppie o i singoli individui si sono rivolti, lo scambismo è soprattutto una predisposizione maschile, a cui le donne, per mostrare emancipazione o per assecondare un compagno che hanno paura di perdere, cedono di (più o meno) buon grado.
Questo non significa certo che alle donne non piaccia in alcuni casi l’idea di scambiare il proprio compagno con un amico per cui si è sempre avuto un certo feeling o per uno sconosciuto particolarmente attraente, ma per lo più sono mariti e fidanzati che sperano di trovare nello scambismo la soluzione di una crisi di coppia (sessuale, ma non solo).
Alcuni psicologi inseriscono lo scambismo nell’ambito del voyerismo: i “tradimenti” incrociati (che tradimenti non sono, vista la consensualità) avvengono l’uno sotto gli occhi dell’altro, quindi al piacere di un rapporto nuovo con una donna o un uomo che non si conosce ancora (almeno dal punto di vista sessuale) e che può dare quel brivido della novità e della diversità, si aggiunge l’eccitazione provata nel guardare altre due persone mentre consumano un rapporto, anche se uno delle due è il/la proprio/a partner.

Pubblicità
loading...

Lo scambismo funziona?

Purtroppo, sempre secondo le esperienze degli psicologi, questo sistema di ricostruzione di un rapporto, quasi mai funziona davvero.
Solitamente parallelamente a una noia e a uno svilimento dell’atto sessuale, si accompagna una stasi sentimentale che rende due persone, se ancora affezionate l’una all’altra, sempre più lontane dal sentimento dell’amore.
In questi casi, più che lo scambismo, sarebbe forse opportuno cercare di ristabilire una storia lavorando sulle basi del rapporto stesso. Purtroppo a volte la quotidianità, il lavoro e le difficoltà tendono a distrarre le persone dai propri affetti, così che dopo qualche anno gli elementi di una coppia, anche stabile, si sentono distanti e se non si riesce da soli a recuperare qualcosa che non si vuole perdere, è possibile chiedere aiuto a dei consulenti specializzati nei rapporti di coppia.
Ovviamente questo non toglie che, se lo scambismo è un semplice divertimento condiviso da entrambi i partner o si nota che ha effettivamente un riscontro positivo su una vita di coppia un po’ imbolsita, non c’è nulla di male nel praticarlo con le modalità concesse e preferite da entrambi.


Articoli che potrebbero interessarti

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento