L’immaginazione: parte integrante del piacere sessuale

L’immaginazione ha un ruolo decisamente importante nel corso della vita sessuale di una persona, ciò che la mente immagina con la propria fantasia è quello che spesso viene impedito nella vita reale e che trova invece sfogo nella propria testa.

Uno studio effettuato nel Michigan ha evidenziato che i pensieri erotici possono provocare vero e proprio piacere sessuale con tanto di reazioni corporee quali erezione per gli uomini e contrazioni vaginali per le donne.

Ma quando entra in gioco l’immaginazione?

Sicuramente gli adolescenti alle prime esperienze sessuali hanno una fervida immaginazione riguardo ai loro eventuali rapporti, ma pensare che gli adulti non siano altrettanto fantasiosi è illusorio.

L’immaginazione però può avere ruoli diversi nel campo del piacere sessuale.

Le fantasie possono riprodurre nella testa ciò che nella vita reale non può avvenire, oppure possono amplificare il piacere durante un rapporto, quando “si gioca” a recitare ruoli specifici.

Le statistiche sulle fantasie femminili sottolineano come spesso le donne immaginino di avere rapporti con uomini sconosciuti; questo può essere decisamente rilassante perché allo sconosciuto è possibile dare qualsiasi viso e qualsiasi corpo ecciti maggiormente.

Una delle fantasie femminili che invece può sembrare assolutamente inappropriata ed è invece molto ricorrente è quella della violenza. Immaginare lo stupro può in alcuni casi giustificare la donna a sentire un piacere erotico e sessuale che nella vita reale prova probabilmente con una certa dose di senso di colpa.

Le più frequenti fantasie maschili invece rivelano un marcato bisogno di dominio rappresentato con immaginari rapporti con più donne o con una donna insaziabile capace di concedersi completamente all’uomo aggressivo e padrone.

In molti casi donne e uomini utilizzano i sex toys per rendere più reali le loro fantasie erotiche; una famosa casa di preservativi e giochi erotici ha osservato che è ben il 28% delle donne a farne uso ed una percentuale ancora più alta di coppie stabili.

Ma l’immaginazione a volte entra in gioco anche quando il rapporto c’è ed è fisico in tutto e per tutto, ma uno dei due partner ha bisogno di immaginare di interpretare ruoli specifici come il poliziotto e l’arrestata, il medico e l’infermiera e via dicendo. Non c’è nulla di male nel giocare durante il rapporto, ma quando le fantasie sono esageratamente rigide e non permettono una vita sessuale semplice con il/la proprio/a partner, è opportuno indagare sulle motivazioni.

Pubblicità
loading...

L’immaginazione erotica è “roba da pervertiti”?

Relativamente al sesso i pregiudizi sono sempre molti e questo porta a provare anche sensi di colpa ingiustificati nel momento in cui la mente elabora situazioni e storie che appagano sessualmente quasi come un vero rapporto (almeno nel brevissimo termine).

In realtà non c’è assolutamente nulla di male nell’assecondare le proprie immaginazioni; se alimentate con maturità e coscienza, queste possono rafforzare la propria identità sessuale, rendendo il proprio rapporto ancora più stabile e appagante; in alcuni casi le fantasie sono tanto eccitanti da provocare l’orgasmo (si parla in questi casi di edonica); l’immaginazione spesso compensa una realtà sessuale inappagante e può spingere all’azione migliorando di conseguenza il rapporto con l’altro e può inoltre ravvivare un rapporto che si spegne a causa del tempo. La monotonia è una delle principali cause per cui uomini e donne si affidano all’immaginazione e quando è possibile farlo, condividere le proprie fantasie sessuali con il proprio compagno o la propria compagna può essere un modo per rinverdire l’intimità di entrambi.

A parte casi particolari, comunque, le differenze tra l’immaginario erotico maschile e quello femminile sono evidenti: l’uomo immagina l’atto sessuale in sé con donne sensuali e sconosciute, pronte a tutto e con cui arrivare all’orgasmo in breve tempo; la donna dà importanza al contesto, alla storia e l’atto sessuale, quando c’è, è sempre inserito in un ambito allargato che comprende anche una buona dose di sentimento per qualcuno che probabilmente si conosce.

Qualsiasi siano le fantasie che imperversano nella mente non c’è comunque da preoccuparsi: è tutto normale fin quando si è consapevoli della differenza tra l’immaginazione e la realtà; se invece le cose iniziano a mischiarsi pericolosamente diventa necessario chiedere consiglio a uno psicologo specializzato.

 

 


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento