La chimica e l’amore: a cosa è dovuto il colpo di fulmine?

A volte basta veramente poco perché ci si senta follemente attratti da una persona con cui, magari, neppure si è mai parlato: uno sguardo, qualche parola sentita per caso, un piccolo gesto o anche nulla di tutto ciò: si dice in questi casi che si tratta di “colpo di fulmine”, ma cos’è veramente? Esiste davvero?

Quello che non si vede nell’innamoramento tra due persone

Ci sono ormoni e molecole particolari che rivestono un ruolo molto importante nell’attività amorosa sotto tutti gli aspetti, da quelli fisici a quelli psicologici. Queste sostanze sono secrete da alcune ghiandole e agiscono sull’uomo e la donna in modo inconsapevole, ma con conseguenze decisamente riscontrabili.

Il pensiero fisso su una persona che ci piace, il calo di produttività lavorativa quando si è all’inizio di un innamoramento, l’esaltazione dei pregi e la minimizzazione dei difetti della persona che ci attrae, sono tutte conseguenze di secrezioni chimiche del corpo umano.

Inoltre si sa che, ad esempio, la dopamina è un neurotrasmettitore che induce il soggetto alla ripetizione di comportamenti che hanno procurato piacere ed è per questo che si ha sempre voglia di rivedere la persona che ci attrae. L’ossitocina invece contribuisce a permettere la durata della coppia: viene infatti secreta ogni volta che si ha un contatto fisico con la persona amata liberandosi nel cervello e negli organi riproduttivi. Notoriamente testosterone ed estrogeni influiscono consistentemente nel modo di approcciare all’altro e di impostare una relazione; ma perché alcuni uomini e alcune donne sono attratte da persone specifiche e non da tutti indistintamente?

Cos’è che fa sì che ci piaccia un certo uomo o una certa donna?

È stato studiato dai biologi specialisti che gli animali sono in grado di secernere alcune molecole di una sostanza, i feromoni, capace di indurre specifici comportamenti in soggetti della propria o di altre specie. Ad esempio alcuni animali sono istintivamente impauriti da altri e anche tra cani o gatti esiste un concetto di “simpatia” o “antipatia”. Questi feromoni sono recepiti da una struttura chiamata vomeronasale capace di tradurre la molecola in stimolo cerebrale e sembra che anche l’essere umano ne sia provvisto, ma sia “disattivato” almeno per la maggiorparte del tempo.

Alcuni studiosi affermano che i feromoni umani, secreti da ghiandole posizionate sotto le ascelle, attorno ai capezzoli e vicino all’inguine, siano in grado di attrarre due persone in modo inconsapevole realizzando ciò che è l’attrazione sessuale che solitamente comprende anche un coinvolgimento psicologico irresistibile.

Infatti, anche se la struttura vomeronasale umana è normalmente inattiva, sembra che possa funzionare nel momento del bisogno, così ad esempio i neonati trovano istintivamente il capezzolo materno quando hanno fame.

Pubblicità
loading...

Studiare o non studiare?

Quella dei feromoni potrebbe essere una spiegazione al famigerato colpo di fulmine: una particolare sensibilità ai feromoni di una specifica persona; il perché l’attrazione in questi casi non sia sempre reciproca o il motivo per cui determinati feromoni attraggano più di altri però non è dato sapere.

Gli studi vanno ancora avanti, ma c’è chi pensa che alcuni aspetti della psiche umana non dovrebbero essere violati: in effetti sapere che l’attrazione tra due persone deriva da piccole particelle secrete dalle ascelle di entrambi è inequivocabilmente meno poetico dell’idea di due anime e due cuori uniti per la volontà dell’Amore.

Le sensazioni che si provano comunque non cambiano certo in base a quanto si è studiato e anzi approfondire l’argomento da un punto di vista fisico potrebbe forse anche contribuire alla risoluzione di alcuni problemi legati alla sfera psico-sessuale di coloro che non riescono a provare alcun tipo di attrazione per nessuno.

In ogni caso, quando qualcuno ha quell’irresistibile fascino che ci porterebbe a fare qualsiasi cosa pur di soddisfare il desiderio di vicinanza, fortunatamente non si pensa mai ai feromoni e i rapporti nascono e si evolvono giorno dopo giorno senza che gli interessati si curino affatto della chimica che c’è sotto.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento