Conoscere l’impotenza per vincerla

L’impotenza oggi giorno affligge molti uomini oltre i 40 anni – e il 50% degli ultra-sessantenni – ma anche molti giovani ne soffrono: spesso in via provvisoria, altre volte in maniera permanente. L’impotenza oggi è considerata una vera e propria condizione clinica, che innesca ulteriori meccanismi forieri di disagi di natura psicologica e sociale per chi ne è coinvolto. Spesso conoscere la natura del problema è il primo passo verso un più efficace approccio risolutivo.

Cos’è l’impotenza? Quali le cause?

L’impotenza – o disfunzione erettile – è l’impossibilità di raggiungere o mantenere un’erezione del pene ottimale necessaria ad avere un rapporto sessuale. I motivi di questo disagio possono essere tanti, spesso riconducibili a problemi di natura psicologica (ad esempio, stress, mancanza di autostima, depressione, blocchi portati da ansie, paure ed errate convinzioni sociali) oppure fisiologica (eventi di natura traumatica, malattie neurologiche e vascolari, ma anche abuso di alcolici, droghe e farmaci). L’incidenza e la sintomatica variano da caso a caso: la disfunzione può essere totale (in tal caso si è soliti definirla più appropriatamente come “impotenza”) oppure parziale, ossia in quei casi in cui si arriva a raggiungere un’erezione breve, ma non si riesce a portare a termine il rapporto sessuale con la partner.
Anche per via dell’insondabile profondità in cui spesso giacciono le cause scatenanti – soprattutto quando si tratta di impotenza di natura psicologica -, è difficile stabilire con certezza delle linee guida risolutive, e spesso, quindi, anche le terapie variano in base al caso.

Principali cure e terapie

Pubblicità
loading...

L’impotenza è guaribile sostengono gli esperti. In qualsiasi caso è importante innanzitutto effettuare appropriate analisi cliniche per stabilire la reale natura della disfunzione. Oggi, com’è noto, molte industrie farmaceutiche hanno lanciato sul mercato dei farmaci (Viagra, Cialis), che risolvono il problema dell’erezione, pur se momentaneamente. Esistono anche dei rimedi naturali (come il ginseng) che si pensa aiutino a potenziare l’erezione mascolina. Altre tipologie di medicinali o delle cure ormonali invece possono essere somministrate per dei risultati meno immediati ma probabilmente più efficaci. Tuttavia, qualsiasi tipologia di intervento il medico decida d’adottare, va coadiuvato con una terapia sul piano psicologico: un buon psicoterapeuta può aiutare a capire la natura del blocco e magari aiutare a rimuoverlo. Costui infatti, può contribuire a eliminare le paure e sciogliere le ansie, giocare sul fattore autostima del paziente, promuovere sedute di coppia, se necessario, e infine aiutare sfatare dei falsi miti sociali che spesso pregiudicano il rapporto con la sessualità.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: , ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento