Occhi gialli: qualcosa non va nel fegato

La parte bianca dell’occhio, la sclera, dovrebbe essere sempre bianca e lucida, così da donare allo sguardo un aspetto brillante e accattivante; purtroppo però può capitare che piccoli capillari infiammino gli occhi arrossandoli o che qualche disturbo possa causare un colorito giallo della sclera. Se il rossore può essere eliminato con un collirio o un po’ di risposo, la sclera gialla deve essere controllata da un medico poiché è spesso il sintomo di qualcosa che non funziona alla perfezione nel fegato.

Il fegato produce infatti una sostanza necessaria per digerire proteine, grassi e carboidrati: la bile. La bile è formata in gran parte da bilirubina, un liquido molto scuro proveniente dalla rielaborazione degli scarti dei globuli rossi. Se il fegato produce bilirubina in quantità eccessive, sclera degli occhi e, spesso, anche cute diventano gialli e si parla di ittero.

Quali sono le cause che provocano l’ingiallimento degli occhi?

Il fegato è uno degli organi più importanti del corpo umano; oltre a produrre la bile infatti, fondamentale per la digestione, funziona anche da accumulo di grassi e zuccheri e depura il sangue da farmaci e tossine. È perciò necessario che sia sempre in forma perché tutto l’organismo non subisca le conseguenze di una patologia epatica.

Fegato grasso, cirrosi e tumore sono tra le cause più gravi che possono portare alla colorazione anomala degli occhi, ma anche pancreatiti o tumori del pancreas, calcoli alla cistifellea, talassemia e febbre gialla.

Fortunatamente molti casi sono però da ascriversi a una sindrome ereditaria particolare, detta sindrome di Gilbert che, a causa di un eccesso di bilirubina privo di una patologia scatenante, provoca come unico sintomo gli occhi gialli. Anzi, molte volte non si presenta neppure questa caratteristica a dimostrazione della sindrome, ma solo una tendenza all’ingiallimento in condizioni di stress particolare, digiuno o assunzione di farmaci.

Se la maggiorparte delle volte gli occhi gialli sono soltanto il sintomo di un fegato leggermente intossicato, per cui è necessario assumere delle sostanze depuranti, è comunque opportuno rivolgersi al medico se, accanto alla colorazione gialla degli occhi, si manifestano anche dolori nella zona del fegato o all’addome, eccessiva stanchezza o disturbi alla digestione.

Cosa fare per mantenere il fegato in salute?

Qualsiasi sostanza tossica che entra nell’organismo passa per il fegato affaticandolo nel suo lavoro di depurazione; in particolare i farmaci lasciano una gran quantità di tossine che si accumulano nelle cellule epatiche e necessitano anche più giorni per essere espulse. Anche il fumo, l’alcool e altre sostanze stupefacenti si accumulano nel fegato rendendo il suo lavoro particolarmente difficile.

Pubblicità
loading...

Quantità eccessive di grassi e zuccheri appesantiscono gravemente il fegato predisponendolo alla cirrosi e conseguentemente al tumore.

Per far sì che il fegato sia sano perciò e per prevenire eventuali disturbi epatici è opportuno seguire una dieta equilibrata, evitare di mangiare troppi grassi, limitare l’alcol ed abolire il fumo.

I farmaci sono ovviamente necessari, ma quando è possibile è bene non eccedere.

Anche fare movimento, stimolando la circolazione e contribuendo nel mantenimento di un peso forma, è senza dubbio un’ottima abitudine per prevenire questa ed altre patologie (prevalentemente del sistema cardiocircolatorio).

Ovviamente non è necessario vivere una vita di privazioni, ma quando si è coscienti di aver esagerato un po’ è bene porre qualche piccola attenzione in più, magari aiutandosi anche con tisane depurative al tarassaco o al carciofo che un buon erborista può senz’altro consigliare e tenendo in considerazione che quasi tutte le erbe amare sono depurative del fegato.

C’è anche chi si affida all’agopuntura; sembra infatti che aghi posizionati in punti specifici possano stimolare la funzionalità del fegato migliorando lo stato di salute generale ed eliminando quell’antiestetico sintomo degli occhi gialli.


Articoli che potrebbero interessarti

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento