Linee bianche sulle unghie: indice di un problema?

Le unghie, come qualsiasi altra parte del corpo umano, possono manifestare lo stato di salute dell’organismo. Unghie belle, lucide, forti e resistenti sono senza dubbio l’immagine di un corpo sano, ma a volte invece piccoli inestetismi rendono le unghie meno attraenti, fino a indurre donne e ragazze a volerle nascondere con uno smalto colorato.

Ovviamente non sempre qualche piccola imperfezione è indice di malattia, ma è comunque bene porre qualche attenzione.

Cosa ci dicono le unghie?

Le unghie sono costituite principalmente da proteine, cheratina e acqua e la loro struttura è definita dall’elaborazione di questi 2 elementi da parte della matrice dell’unghia stessa, cioè da quel gruppo di cellule poste alla base dell’unghia, sotto il mantello ungueale, da cui si forma tutta la struttura con la sua forma specifica.

Spesso deformazioni dell’unghia sono dovute a pecche della matrice ungueale, altre volte colorazioni particolari possono far pensare a una micosi, solchi longitudinali o trasversali possono essere indice di eczemi o traumi e, in casi più rari, malattie reumatiche o vascolari, fragilità e frequente sfaldamento indicano carenze alimentari .

Uno dei più comuni “difetti” ungueali è però la presenza di piccole macchie bianche, a volte tonde a volte di forma lineare. Gli anziani asserivano che dipendessero dalle bugie dette dai nipoti, mentre popolarmente si pensava fossero indice di carenza di calcio. In realtà, nessuna delle 2 ipotesi ha alcun fondo di verità.

Cosa sono le macchie bianche delle unghie?

Molto spesso le piccole macchie bianche sulle unghie non sono indice di alcuna carenza né di alcuna malattia, ma sono soltanto la manifestazione di un difetto della matrice dell’unghia che durante il suo lavoro di riproduzione della struttura forma delle piccole bolle d’aria che si inseriscono tra le varie lamine dell’unghia.

Quando le macchie sono lineari prendono il nome di linee di Muehrcke, se si presentano a coppie, o linee di Mees se sono singole; nel primo caso possono indicare la presenza di psoriasi, ma solo se accompagnate da altre manifestazioni come dermatiti o alopecie, o insufficienza renale o epatica, nel secondo caso sono indice di avvelenamento da metalli pesanti.

Pubblicità
loading...

Se il problema è serio e duraturo è necessario rivolgersi a un dermatologo che dopo le adeguate visite può indirizzare il paziente ad altri specialisti, quando invece le macchie sono estemporanee o di lieve entità è probabile che si debba solo mettere più attenzione alla dieta (e se non si è in grado da soli di riequilibrare i propri pasti, lo si può fare chiedendo aiuto a un nutrizionista).

Come porre rimedio alle macchie bianche con l’alimentazione?

L’alimentazione è perciò importate non solo per la pelle, ma anche per quelli che vengono definiti gli annessi cutanei, cioè unghie e capelli.

In particolare per le unghie  è importante assumere buone quantità di vitamine A (nel tuorlo d’uovo, nei cereali integrali, nelle noci e in alcuni ortaggi come le carote), B (nei legumi, nei cereali, nella frutta oleosa, nel fegato e in molte verdure; in particolare la B12 si trova nei prodotti di origine animale), C (nei frutti rossi e negli agrumi) e D (sintetizzabile passando un po’ di tempo al sole tutti i giorni). Inoltre è necessario fare in modo che non manchino mai nel corpo minerali come calcio, ferro e magnesio.

Se l’alimentazione non dovesse risolvere il problema delle macchie bianche (o qualsiasi altro problema alle unghie) è opportuno rivolgersi a un dermatologo che con analisi specifiche può individuare la causa del problema.

Quando il disturbo è prettamente estetico e non ha nulla a che fare con lo stato di salute, l’unica cosa da fare è invece rivolgersi a una brava onicotecnica in grado di ricostruire (quando necessario) la forma tondeggiante delle unghie e coprire colorazioni anomale con smalti o gel appositi.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags:

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento