La neve: fascino indiscusso, ma attenzione ai pericoli

C’è chi la ama e chi la teme, chi potrebbe guardarla dalla finestra per ore cadere a fiocchi leggeri e chi non vede l’ora di mettere gli sci in auto e partire; i bambini la usano per la “guerra” a palle e gli adulti ne approfittano per passeggiate romantiche.

Eppure, per quanto la neve sia bella, esiste il rovescio della medaglia che fa sì che sia annoverata tra le prime cause di richiesta di soccorso nei periodi invernali.

Incidenti stradali o sugli sci, cadute per la strada o traumi specifici sono infatti piuttosto frequenti nelle zone in cui la neve cade periodicamente.

Quali sono i pericoli maggiori quando cade la neve?

I veri e propri pericoli dopo una grossa nevicata riguardano vari aspetti della quotidianità.

Innanzitutto prendere l’automobile quando la strada è ricoperta da una coltre bianca può essere davvero pericoloso. La neve fresca è piuttosto morbida e l’automobile, se non si è esperti di guida sulla neve, può rimanere impantanata in qualche angolo particolarmente difficile. Ma se la neve gela, magari dopo la notte, la strada può diventare una vera e propria lastra di ghiaccio sulla quale il rischio è quello di non riuscire a tenere il controllo della vettura, che può finire fuori strada con facilità. Per fortuna la velocità di percorrenza è solitamente bassa in condizioni meteorologiche tanto particolari, per cui gli incidenti di questo tipo difficilmente sono gravi.

Possono essere piuttosto pericolosi invece gli incidenti sugli sci. A volte la voglia di tentare percorsi difficili e di godere della maggior velocità possibile provoca cadute rovinose, che possono portare come conseguenza fratture o contusioni di gravità variabile.

Se gli incidenti stradali o sportivi sono di facile intuitività, c’è un tipo di “vittima della neve” a cui spesso non si pensa. Passeggiando per le strade si rischia infatti non solo di cadere per la scivolosità della strada, ma anche di ricevere sulla testa grossi blocchi di neve o rami spezzati sotto il peso della neve gelata.

loading...

Cosa fare in caso di nevicate?

Nel caso in cui si viva in luoghi in cui le nevicate sono rare e di piccola intensità, l’unica cosa da fare (oltre a prendere le normali precauzioni) è godere del bell’evento con passeggiate e giochi in famiglia. Se invece la nevicata è piuttosto importante, allora è necessario porre qualche attenzione in più. Indossare scarpe adatte se si esce a piedi e cercare di evitare le zone in cui la neve è ghiacciata, mettere le catene all’automobile (se non si hanno le gomme termiche) e moderare sensibilmente la velocità cercando anche di evitare brusche frenate o cambi di direzione repentini. Inoltre è bene evitare, quando possibile, di passare sotto tettoie o alberi su cui può accumularsi tanta neve che potrebbe cadere improvvisamente provocando traumi potenzialmente gravi: queste sono le prime precauzioni da prendere.

Ovviamente le istituzioni dovrebbero gestire le strade per far sì che diventino percorribili nel minor tempo possibile, ma nelle vie più in disparte e in quelle meno trafficate spesso la manutenzione è carente e di conseguenza l’attenzione deve aumentare.

Piccoli disturbi da neve

Decisamente meno gravi, ma sicuramente fastidiosi, sono i piccoli disturbi provocati dal freddo, come i geloni o le dolorose fissurazioni della pelle specialmente nelle nocche delle dita o attorno all’unghia.

I geloni sono causati da una prolungata esposizione a un freddo intenso. La pelle e i tessuti si congelano provocando dolore e intorpidimento (o vesciche, nel casi più gravi). A volte poi il gelo provoca delle ferite vere e proprie che fanno decisamente male.

Per prevenire questo tipo di disturbi è consigliabile coprire sempre bene mani e piedi (le aree più soggette) con calzini pesanti e guanti di lana o pile e reidratare la pelle con una buona crema prima di uscire e quando si torna a casa. È consigliabile mettere la crema anche sul viso per evitare un’eccessiva secchezza cutanea e antiestetici arrossamenti su naso, fronte e mento.


Articoli che potrebbero interessarti

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento