Guida al controllo della prostata

Il controllo della prostata

Arrivati ad una certa età, tenere sotto controllo la prostata diventa assolutamente fondamentale. La prostata infatti, essendo una ghiandola facilmente soggetta ad infiammazioni, rischia di essere colpita addirittura allo sviluppo di tumori. Per questo è importante tenerla sempre sotto controllo con degli esami specifici che possono essere effettuati manualmente o con l’ausilio di appositi strumenti. Il controllo non è necessario tra i giovani, ma diventa indispensabile dopo i 45/50 anni, quando cioè la ghiandola diventa maggiormente a rischio infiammazioni.

Tumori maligni e patologie di tipo benigno

Se il pericolo maggiore è quello di essere colpiti da un tumore maligno alla prostata, bisogna tener presente che esistono anche numerose patologie di tipo benigno che possono andare ad interessare questa ghiandola. La prostata infatti, oltre che ad infiammarsi, con l’avanzare dell’età tende anche ad ingrossarsi. Le sue dimensioni possono aumentare al punto tale da andare a creare dei problemi al sistema urinario. Si parla in questo caso di Ipertrofia Prostatica Benigna, detta per comodità IPB. I controlli regolari servono anche ad allontanare il rischio di essere colpiti da queste patologie o comunque ad individuarne subito l’eventuale insorgenza per poter effettuare una buona prevenzione ed intervenire in tempo.

Il test del PSA

Il test del PSA è l’esame che permette di individuare l’eventuale insorgenza di tumori alla prostata nonché di controllare nel tempo l’andamento degli stessi qualora ne sia stata riscontrata l’insorgenza nel paziente. A questo test possono ricorrere sia gli uomini che hanno già rilevato dei problemi a livello prostatico, che quelli che non hanno alcun problema ma ci tengono ad effettuare una buona prevenzione. PSA è un acronimo che sta per Antigene Prostatico Specifico e con l’esame non si fa altro che andare a misurare la concentrazione di questa proteina nel sangue del paziente. Non si tratta in alcun modo di un esame invasivo, ma si va ad effettuare semplicemente un prelievo. Se i valori di un uomo di 45/50 anni non superano i 4 ng/ml si considerano normali, in caso contrario si potrebbe iniziare a pensare che possa esserci un’anomalia. Inferiori sono invece i valori per uomini più giovani, che possono scendere anche sotto i 30. Tutto ciò non significa però che in presenza di un valore troppo alto ci si debba necessariamente allarmare pensando ad un tumore maligno. Il valore del PSA infatti, può oscillare anche in relazione ad altri fattori, prima fra tutti l’Ipertrofia Prostatica Benigna. Anche particolari condizioni momentanee come l’aver utilizzato a lungo la bicicletta nelle ultime ore possono influenzare il PSA. Senza alcun allarmismo, dunque, è bene affidarsi ad un urologo esperto che sappia interpretare i dati in relazione al soggetto che ha di fronte e al suo stile di vita.

loading...

L’esplorazione rettale

Oltre al test del PSA, esiste un altro tipo di esame, molto più semplice, che può essere effettuato per controllare la prostata. Non sono necessari strumenti particolari, in quanto l’esame viene effettuato direttamente dal medico, il quale va ad introdurre un dito nell’ano del paziente per andare a toccare la superficie della prostata ed individuare eventuali anomalie, consistenti in eventuali noduli o più semplicemente in ingrandimenti della prostata stessa. L’abilità del medico che effettua l’esame sta proprio nell’individuare questi problemi per poi andare ad approfondire la situazione mediante esami più specifici che permettano di diagnosticare con certezza l’eventuale presenza di un tumore di tipo maligno. Per questo è infatti sempre necessario procedere alla biopsia. L’esplorazione digitale rettale, anche se va presa con le molle e necessita sempre di ulteriori riscontri più precisi, è in ogni caso un esame che richiede davvero pochissimo tempo e che può essere fondamentale per aiutare il paziente a prevenire delle gravi patologie.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento