Follicolite da vasca: attenzione all’idromassaggio!

C’è stato un momento, qualche anno fa, in cui non c’era casa che non avesse installata nel bagno una vasca idromassaggio. Simbolo di benessere e rilassatezza, la vasca da bagno in grado di “sparare” bolle d’aria sulla cute è il sogno di chi torna a casa la sera stanco dalle fatiche del lavoro. Non c’è certo nulla di male nell’utilizzo della vasca idromassaggio, ma è bene porre qualche piccola attenzione alla sua manutenzione per evitare fastidiosi sfoghi di origine batterica sulla pelle delle gambe o dei glutei.

Cos’è la follicolite?

La follicolite è l’infezione della parte superficiale del follicolo, cioè della piccola cavità in cui è inserito il pelo cutaneo, e la conseguente infiammazione di tutta l’area circostante. Quando quest’area si infiamma, il follicolo si presenta arrossato, gonfio, spesso dolorante o pruriginoso e a volte pieno di pus ed è necessario trattare la parte con un po’ d’attenzione per evitare che l’infezione si diffonda nelle zone cutanee limitrofe.

Una delle follicoliti più comuni è quella causata da un batterio: lo pseudomonas che si annida nei filtri delle vasche idromassaggio e riesce a penetrare nella pelle approfittando della dilatazione dei pori causata dall’acqua calda. Dopo qualche ora dal bagno possono comparire sulla pelle pustole e bolle grandi, rosse o bianche di pus e a volte pruriginose e presumibilmente è un sintomo che si manifesta in tutti coloro che hanno partecipato allo stesso bagno.

Esistono anche altri tipi di follicolite, come quella chiamata volgarmente la “follicolite del barbiere”, causata dai microtagli del rasoio sulla pelle del viso degli uomini, è causata dallo staphylococcus aureus e può infastidire anche le donne dopo la depilazione o l’epilazione; oppure la follicolite profonda che consiste nell’infezione profonda di un follicolo con conseguente sviluppo e lenta maturazione della pustola.

Cosa fare in caso di follicolite da vasca?

La follicolite non è una malattia grave, spesso nell’arco di una settimana guarisce da sola senza bisogno di farmaci, ma è comunque opportuno prendere delle precauzioni, tese principalmente a non infettare gli altri membri della famiglia e a non espandere l’infezione ad altre parti del corpo.

Pubblicità
loading...

È quindi consigliabile, dopo una visita medica, tenere sempre pulita la parte colpita e non scambiare asciugamani ad accappatoi con il resto della famiglia; la biancheria a contatto col corpo deve essere cambiata quotidianamente e per 10 – 15 giorni è preferibile lavarsi sotto una doccia piuttosto che dentro una bella vasca da bagno.

A meno di complicazioni particolari, non è necessario alcun intervento antibiotico, ma esistono dei rimedi erboristici che possono sveltire il processo di guarigione. Assumere aglio, echinacea o idraste può essere un ottimo rimedio per aumentare le difese immunitarie dell’organismo, che così aumenta le proprie capacità di difesa contro il batterio responsabile dell’infezione e impedisce la formazione di nuove pustole. L’idraste in polvere e gli oli essenziali di malaleuca, timo, lavanda diluiti in acqua possono essere utilizzati anche per fare degli impacchi disinfettanti. Ovviamente è sempre necessario, anche per i rimedi naturali, affidarsi al consiglio di un erborista esperto.

È possibile prevenire la follicolite?

Prevenire un’infezione cutanea come questa è particolarmente difficile se si è soliti farsi il bagno in vasche idromassaggio comuni, ma ci sono piccoli accorgimenti che possono limitare la diffusione del batterio nel caso in cui la vasca sia di proprietà. Un controllo periodico e frequente dei filtri è senza dubbio il primo passo per evitare che vi si annidi lo pseudomonas, ma è anche consigliabile farsi una doccia prima di entrare nell’acqua della vasca in modo da non rischiare di immettere dall’esterno batteri nocivi. Infine bagni molto lunghi possono esporre sicuramente a maggior rischio di infezione.

Tutto ciò non induca comunque nessuno a evitare un bel bagno caldo! In fondo non c’è nulla di meglio che prendersi un po’ di tempo per se stessi da impiegare per rilassare corpo e mente e, se basta qualche piccola accortezza per evitare fastidiose infezioni, non c’è alcun motivo per dovervi rinunciare.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento