Cocaina: cause ed effetti sul corpo

La cocaina è un estratto della foglia proveniente dalla pianta di coca: compare in campo medico già dalla fine dell’Ottocento, usato come anestetico nel pre-intervento. Nel corso del tempo, però, i suoi utilizzi terapeutici sono sostituiti da nuove tecnologie farmaceutiche, mentre si diffonde progressivamente su scala planetaria come stupefacente: sempre più ricercata per via degli effetti alteranti che provoca.
Ma come e perché viene assunta? Quali le ripercussioni sul piano sociale, culturale, nonché sullo stato psico-fisico?

Dall’uso medico all’uso collettivo

A partire dagli anni cinquanta del secolo scorso, la cocaina permea progressivamente la società, sino ad influire profondamente sugli usi e costumi culturali. Ad oggi un numero elevato di persone ne fa uso ricorrente – chi saltuariamente, chi quotidianamente: in Italia, è stata stimata una cifra pari al 7-8% della popolazione. I motivi per cui si sceglie di assumerla possono variare: per noia o per divertirsi, per compagnia o perché è “di tendenza”.

Come agisce la cocaina

La cocaina in genere viene assunta per inalazione, ma può essere fumata o iniettata per vie endovenose. Questa ha potere di alterare gli stati mentali, agendo fondamentalmente da stimolante: infatti, incide su quell’area del cervello correlata al piacere, all’euforia. Secondo gli studi effettuati, il principio della cocaina va a interferire con la normale connessione delle cellule, provocando l’aumento del livello di dopamina (sostanza emessa dall’attività neurale): ciò si traduce in scariche che solleticano il senso del piacere.

Effetti psichici e fisici immediati

Pubblicità
loading...

Gli effetti della cocaina possono esaurire in poche decine di minuti, o durare oltre un’ora. In questo lasso di tempo, in genere chi ne fa uso si sente più vigile e sensitivo. Interagisce in maniera spigliata, vivace, a tratti frenetica e sovreccitata. Al contempo, sul piano fisico, oltre a un’iperattività corporea, v’è aumento delle pulsazioni cardiache, secchezza delle fauci e spesso sudorazione. In caso di uso massiccio, subentrano paranoia, aggressività e allucinazioni.

Effetti dovuti ad uso continuativo

Un habitué della cocaina è quasi certamente diventato schiavo della sostanza. Infatti, questo stupefacente provoca dipendenza sia fisica che psicologica. Un uso prolungato, porta all’insorgenza di problemi come insonnia, depressione, difficoltà nel concentrarsi e nell’apprendere, deperimento. Inoltre, col tempo possono sopraggiungere disturbi nervosi, danni cerebrali, problemi olfattivi (tra cui la perforazione del naso) e intestinali, malattie cardio-circolatorie (ricordiamo che nel momento dell’inalazione avviene una repentina contrazione delle coronarie, con conseguente rischio di infarto)
Oggi, tuttavia, esistono dei centri specializzati che possono aiutare chi ne dipende: tutto sta nel vincere gli interdetti morali e psicologici e aver voglia di collaborare per uscirne.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento