Musofobia: paura dei topi! Come superarla?

Diciamo la verità: i topi non piacciono quasi a nessuno. Ma perché abbiamo paura dei topi? Probabilmente perché da millenni sono associati alle peggiori malattie e pestilenze; non solo la classica peste, ma anche patologie come l’encefalite, il tifo e decine di altre sono provocate direttamente dal topo o dalle zecche che lo infestano. Oltre a ciò si deve aggiungere la pessima abitudine di questo animaletto di vivere in ambienti malsani: fogne, discariche ed altri luoghi che per loro stessa natura hanno associato all’immagine del topo quella di sporcizia, decadenza e morte. Se può consolarvi, anche Walt Disney, l’inventore di Topolino, pare avesse paura dei topi!

Come si manifesta la paura dei topi

La fobia può presentarsi con intensità diversa da persona a persona e da cultura a cultura. Normalmente uomini e donne si impressionano alla vista di un topo dal vivo (soprattutto se esso è libero di muoversi e scappare) ma alcuni individui più sensibili soffrono di stati ansiosi anche alla semplice visione di un topo in un filmato televisivo o addirittura in una fotografia.
Va però sottolineato che la paura dei topi non è esattamente un archetipo di tutte le culture del mondo: pensate che in India esiste una divinità, Karni Mata, i cui tempi sono delle vere e proprie case per migliaia e migliaia di topi, che vengono nutriti ogni giorno con del latte portato dai fedeli.
La leggenda narra che un giorno Karni Mata chiese a Yama, il Dio della morte, di riportare in vita un bambino, figlio di un bardo o cantastorie. Alla risposta negativa di Yama, Karni Mata si vendicò stabilendo che da quel momento in poi ogni bardo, una volta morto, avrebbe dovuto vivere per un periodo di tempo nel corpo di un topo prima di proseguire verso una vera e propria reincarnazione. In questo modo Yama non avrebbe potuto vantare alcun potere su queste anime.
Il fatto che i topi del tempio di Karni Mata siano venerati ed accarezzati da migliaia di persone ogni giorno dimostra che questi animali non sono necessariamente “nemici” degli essere umani; ciò però non può consolare chi li teme in modo irrefrenabile!

Come superare la paura dei topi?

Premesso che non esiste un metodo universale valido per tutti e tutte, possiamo affermare che un primo passo per superare la paura dei topi è… accettare la loro esistenza! Se capiamo che anche i topi hanno il loro senso all’interno della catena alimentare ed in generale nel nostro mondo potremo forse accettarne di più l’eventuale (ovviamente breve!) presenza.
Fra le varie fasi della “guarigione” dalla paura dei topi possiamo inserire questi passaggi:

·    Riconoscere l’esistenza della paura
Accettare di avere paura dei topi, riconoscere l’esistenza del problema, permetterà di affrontarlo in modo razionale, propositivo

loading...

·    Iniziare a pensare all’immagine di un topo
Concentrarci sull’idea del topo, associandola ad immagini di tranquillità, potrebbe sortire qualche effetto positivo. Magari potremmo iniziare pensando (od osservando immagini) di un piccolo topo di campagna che cammina in un prato, un animale decisamente più piacevole di un grosso ratto di fogna!

·    Parlare con chi ha superato questa paura
Se conoscete qualcuno che provava la vostra stessa fobia dei topi e l’ha superata, parlategli! Probabilmente questa persona potrà rivelarvi la tecnica che ha usato per non avere più paura dei topi. Essa potrebbe funzionare anche per voi

·    Rivolgersi ad uno psicologo
Se la paura dei topi supera un certo livello di guardia, se vi impedisce di vivere in modo sereno, è decisamente il caso di parlarne con uno specialista. Uno psicologo esperto sarà capace di comprendere la ragione di questa fobia così invalidante e vi insegnerà innanzitutto a convivere con essa. Non sempre la paura dei topi potrà essere superata del tutto ma se riuscirete a sopportare la vista dell’animale senza cadere in una paura paralizzante sarà già un notevole passo avanti. E poi… consolatevi: se la leggenda racconta che persino animali grandi e forti come gli elefanti possono temere i topi, perché dovreste vergognarvi di temerli voi?


Articoli che potrebbero interessarti

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento