Pelle dopo dimagrimento

Dopo un dimagrimento repentino ed eccessivo, la mancanza di tonicità e la scarsa elasticità della cute, possono provocare quell’antiestetico rilassamento della pelle, definito ptosi cutanea. Quali sono i rimedi e i trattamenti per ridare tonicità alla pelle dopo il dimagrimento?

I rischi della pelle dopo un dimagrimento drastico: la prevenzione

Di frequente, dopo un eccessivo dimagrimento con una notevole perdita di peso, si può verificare un cedimento della pelle che interessa le zone in cui era accumulato il grasso in eccesso. In particolare, in zone critiche come l’addome, cosce, braccia e fianchi, la pelle risulta flaccida, senza tonicità e cascante. Anzitutto, per evitare questo tipo di inestetismo, bisogna ricorrere a metodi di prevenzione prima di seguire un regime dietetico. Bisogna tener presente che il dimagrimento deve avvenire in modo lento e graduale, per consentire alla pelle di adattarsi alle nuove forme fisiche. Oltre alla corretta alimentazione, è necessario praticare attività fisica, bere molta acqua e, magari, utilizzare creme cosmetiche elasticizzanti.

I rimedi naturali per la pelle dopo una dieta eccessiva

Per migliorare la circolazione e favorire l’eliminazione di tossine e di scorie depositate sotto la cute, è consigliabile utilizzare un guanto di crine o una spazzola a setole naturali durante il bagno o la doccia, meglio se caldi. Molto utili sono le saune, per una più efficace azione purificante della cute. Nella scelta degli alimenti da consumare, si devono prediligere cibi ricchi di collagene e elastina, due proteine indispensabili per mantenere la pelle tonica, come: legumi, latte e derivati, semi di soia, lino e girasole, frutta fresca e secca. Si raccomanda di bere molta acqua, almeno un litro e mezzo al giorno, per eliminare le tossine e depurare l’organismo dalle scorie.
Naturalmente, alla corretta dieta si deve associare una pratica costante di attività fisica, in modo da sviluppare il tono muscolare, soprattutto delle zone interessate dall’inestetismo.

Pubblicità
loading...

La medicina estetica per risolvere l’eccesso di pelle dopo il dimagrimento

La medicina estetica offre un valido contributo per risolvere l’antiestetico problema del rilassamento cutaneo che si può verificare dopo una perdita di peso notevole e repentina.
Possiamo citare due tecniche che, in genere, registrano evidenti riscontri positivi: la carbossiterapia e la zerona.
La carbossiterapia consiste in microiniezioni di anidrite carbonica allo stato gassoso, per via cutanea e sottocutanea, avvalendosi di una apposita apparecchiatura. Tale trattamento, da eseguirsi in ripetute sedute, non causa effetti collaterali e non richiede l’anestesia.
La zerona è un laser a bassa potenza che opera ad una lunghezza d’onda di 635 nanometri, senza emissione di calore. Si tratta di una efficace tecnica che consente di rimodellare il corpo poiché i fasci di luce vanno a colpire direttamente le cellule adipose, distruggendole. Ovviamente, il numero di sedute viene pianificato dallo specialista, in base all’entità degli inestetismi di ogni singolo soggetto. Anche questo trattamento non è invasivo e non procura dolore.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento