Rinoplastica: rifarsi il naso per estetica o necessità

L’elenco delle attrici che nel corso del tempo si sono aggiustate la forma del naso è sempre più lungo, da Angelina Jolie a Nicole Kidman, Demi Moore e Jennifer Aniston. L’esempio delle dive è poi stato seguito da un gran numero di donne e ragazze che non riuscendo ad accettare l’elemento del proprio viso che più sporge saltando subito all’occhio dei vari interlocutori, si sono rivolte  a un chirurgo estetico che in breve tempo è riuscito ad accontentarle.

Cos’è la rinoplastica?

Il naso con cui si nasce può non essere il più desiderabile. Se da piccoli tutti hanno un nasino adorabile, entro i 15-16 anni possono evidenziarsi gobbe inaspettate, cartilagini troppo evidenti, narici asimmetriche che oltre ad essere antiestetiche possono causare dei problemi funzionali relativi a delle difficoltà respiratorie.

Oggi gli interventi di rinoplastica o di rinosettoplastica se lo scopo è anche funzionale, sono piuttosto frequenti e i chirurghi che se ne occupano tendono a consigliare i pazienti per il meglio in base alle loro necessità e alle loro esigenze.

L’intervento non consiste in una procedura standardizzata e priva di valutazione pre-operatoria, anzi il medico deve pensare un rimodellamento del naso tale da poterlo inserire più armonicamente in una determinata forma del viso, ponendo particolare attenzione alla fronte, agli zigomi, al mento, cosciente del fatto che due nasi identici possono non sortire lo stesso effetto estetico su due visi diversi.

Chi si sottopone all’intervento di rinoplastica?

Le maggiori pazienti dei chirurghi estetici sono ragazze giovani che non riescono ad accettare una piccola imperfezione, donne adulte che finalmente decidono di eliminare dal proprio specchio qualcosa che non hanno mai avuto l’occasione di aggiustare e donne anziane che si accorgono del cambiamento del loro naso che col passare del tempo tende a “scivolare” verso il basso. Non sono però soltanto le donne  a volersi sottoporre all’intervento; oggi la cura del corpo è considerata fondamentale anche per i ragazzi, sempre più attenti alle loro capigliature, alle loro sopracciglia e alla loro pelle, così un naso importante può essere faticoso da sostenere e rivolgersi a un chirurgo può rendere le giornate e le relazioni sociali sicuramente migliori.

La cosa importante è che il medico si assicuri che il soggetto sappia veramente a cosa si sta sottoponendo, che cioè l’intervento non venga considerato con leggerezza e senza averci pensato bene. Cambiare la forma del proprio naso equivale a cambiare, in parte, la propria fisionomia ed è opportuno che chi decide di intraprendere questa strada sappia che è irreversibile. È certamente possibile correggere in parte un’operazione che non soddisfa, ma è ovviamente impossibile riavere il proprio naso che, se non è perfetto, è comunque quello a cui si è abituati.

Pubblicità
loading...

Come avviene un intervento di rinoplastica?

plastica al nasoLe modalità dell’intervento dipendono dalle scelte del chirurgo che predilige la tecnica più adatta al tipo di naso che ha di fronte e al risultato che si vuole ottenere.Solitamente il tutto avviene dall’interno, cioè inserendo dei piccoli strumenti nelle narici da cui è possibile eliminare parte della cartilagine e dell’osso del setto nasale senza che rimanga alcuna cicatrice all’esterno. Se è la punta del naso che deve essere rimpicciolita, vengono solitamente tolti dei piccoli coni di pelle attorno alle narici e le cicatrici in questo caso sono comunque piccolissime e rimangono nascoste nella piega del naso all’attaccatura con la guancia. Solo la rinoplastica open può lasciare una piccolissima cicatrice sul dorso del naso; questa tecnica viene usata quando è necessario avere una più che buona visibilità della struttura cartilaginea del naso del paziente o quando l’operazione è tesa a recuperare alcune insoddisfazioni generate da una precedente rinoplastica. Anche in questo caso comunque il segno che rimane è quasi impercettibile e comunque facilmente nascondibile con un leggero make-up.

Dopo l’intervento è sufficiente portare sul naso una placca rigida di protezione per circa 7 giorni e un cerotto per un’ulteriore settimana; dopo di ché il nuovo naso è certamente libero di essere mostrato agli altri.

Quando si matura una scelta come quella di un intervento estetico è opportuno rivolgersi sempre a un professionista che sappia consigliare nella maniera più opportuna e possa fornire garanzie delle proprie capacità mediante fotografie di operazioni precedenti. Come sempre la fiducia nel medico è fondamentale, specialmente se ci si vuole sottoporre a un intervento che ha delle conseguenze oltre che estetiche, anche psicologiche. È infatti possibile che nonostante tutto, il paziente non riesca poi a vedersi con un viso diverso da quello che ha sempre avuto; fortunatamente nella maggiorparte dei casi l’aspetto psicologico migliora notevolmente permettendo di sviluppare una sicurezza e un’autostima che permettono relazioni migliori e approcci più semplici nel modo relazionale e lavorativo.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento