Osteoporosi: un’alimentazione corretta per combatterla

L’osteoporosi è una malattia che colpisce in Italia almeno cinque milioni di persone, in gran parte di sesso femminile. L’osteoporosi incide sull’apparato scheletrico riducendo lo spessore delle ossa e di conseguenza la loro resistenza, aumentando notevolmente il rischio di andare incontro a fratture. Sebbene ci siano alcuni fattori di rischio sui quali non è possibile intervenire (come l’età e il sesso femminile), adottare un corretto regime alimentare, con una dieta ricca di calcio e vitamina D, può aiutare a combattere l’insorgenza e gli effetti negativi di questa malattia.

Dieta per osteoporosi: fare il pieno di calcio

Prevenire e curare l’osteoporosi a tavola si può: una delle principali cause che favoriscono l’insorgere di questa malattia silenziosa e asintomatica è proprio una dieta povera di minerali essenziali quali il calcio e il magnesio. Altrettanto importante è la vitamina D, assunta attraverso la dieta o l’esposizione solare, essenziale per l’assimilazione del calcio e la buona salute dello scheletro. Pertanto, i soggetti maggiormente a rischio, come le donne in età avanzata, dovrebbero adottare una specifica alimentazione per l’osteoporosi, che apporti le giuste dosi di calcio, vitamina D e minerali al proprio organismo.

I cibi che non dovrebbero mancare in un’alimentazione per osteoporosi

I due elementi essenziali sui quali puntare per prevenire l’insorgenza dell’osteoporosi sono il calcio e la vitamina D. Attraverso una dieta bilanciata è possibile assumere la quantità di calcio raccomandata per una buona salute dello scheletro. Questa quantità varia a seconda del sesso e della fascia di età di ciascuno ed è compresa tra gli 800 e i 1500 mg giornalieri. Gli alimenti che contengono una maggiore quantità di calcio sono latte, latticini e formaggi, la cui assunzione può però incidere negativamente sui livelli di colesterolo. Alimenti più salutari e ricchi di calcio sono invece il pesce azzurro, i legumi, la rucola, il radicchio, le noci, le nocciole e le mandorle.

Alimenti e cattive abitudini da evitare

Pubblicità
loading...

Affinché la dieta per l’osteoporosi sia efficace è bene eliminare anche alcune cattive abitudini che possono incidere sulle capacità di assimilazione del calcio necessario alla salute delle ossa, su tutte il fumo e l’alcool. Anche ridurre la quantità di sale consumato è importante per evitare l’eliminazione di calcio con le urine.

La strategia migliore per la cura dell’osteoporosi deve comunque essere concordata con il proprio medico di base che, conoscendo le abitudini e la condizione specifica del paziente, sarà in grado di indirizzarlo verso la migliore combinazione di regime alimentare e stile di vita.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento