Le fragole: tante ricette, tutte gustose

Rientrano sicuramente tra i frutti più amati da grandi e bambini: le fragole. Solitamente non serve neppure un gran condimento, spesso una sciacquata sotto l’aqua corrente permette comunque di assaporare il gusto polposo di un frutto salutare e dissetante.

La pianta della fragola fa parte della famiglia delle Rosaceae ed è stata selezionata agli inizi del ‘700 per ottenere un frutto più grande di quello fornito dalla pianta selvatica e più facile da consumare e mantenere.

La fragola è in realtà una di quelle strutture che la botanica chiama falsi-frutti, mentre sono i puntini neri che ne ricoprono la superficie che in realtà svolgono la funzione del frutto vero e proprio.

L’Italia è una delle più grandi produttrici di fragole, con le Chandler, le Pajaro, le Tudla e le Miranda al Sud e le Marmolada, le Elsanta, le Idea, le Cesena e le Dana al Nord; più recenti i particolari cultivar che vedono la Pocahontas di forma rotonda e la Gorella di forma a cuore.

Molto ricercate sono poi le fragoline di bosco, che difficili da trovare in natura, vengono oggi coltivate in Trentino, ma è anche particolarmente famosa la coltivazione di fragoline di Nemi, vicino Roma.

Quali sono le proprietà nutritive delle fragole?

Le fragole sono alimenti decisamente poco calorici, solo 33 Kcal per 100 gr, e molto ricchi di importanti sostanze come il Potassio e in minor misura il Calcio e il Magnesio. L’elemento di cui sono particolarmente ricche è però la vitamina C, fondamentale per il benessere fisico della persona e per l’assorbimento del ferro.

Essendo costituite dal 90% di acqua sono poi importanti per l’idratazione cellulare e per contrastare la secchezza della pelle che quando è ben idratata risulta più tesa, giovane e bella.

La quantità di enzimi presenti nell’alimento serve poi a migliorare il metabolismo e a regolarizzare l’intestino coadiuvando le eventuali diete dimagranti. In più stimolando la produzione di globuli rossi (grazie alla vitamina C) e di collagene completano il loro lavoro a favore della bellezza, rendendo tutti i tessuti più tonici e vascolarizzati e contrastando così la formazione della cellulite.

Ma le fragole non sono importanti solo da un punto di vista estetico, sono anzi delle vere e proprie miniere del benessere grazie allo xilitolo che contrasta l’accumulo della placca e alle sostanze antiossidanti che mantengono le cellule giovani e ben funzionanti. Infine l’acido folico le rende un ottimo coadiuvante alimentare anche in gravidanza e nei casi in cui ci sia carenza di vitamina B9.

Pubblicità
loading...

Come utilizzare le fragole?

L’unico difetto delle fragole è la loro delicatezza. Basta veramente poco affinché si rovinino e inizino a produrre una fastidiosa muffa che in breve tempo sciupa tutta la scorta.

È quindi bene cercare di seguire pochi validi consigli per far sì che il nostro acquisto primaverile duri il più possibile. Innanzitutto quando si è al supermercato è consigliabile spendere qualche minuto per la scelta della confezione da acquistare: fragole chiare devono ancora maturare, mentre le rosse scure vanno consumate immediatamente, ma soprattutto è opportuno valutare la qualità dei piccoli frutti che spesso, già muffiti, si nascondono nella zona più recondita della vaschetta che mettiamo nel carrello.

Una volta arrivati a casa è bene lavare le fragole mantenendo il picciolo e conservarle in frigorifero per 1-2 giorni anche se sarebbe ottimale un consumo immediato.

Per quanto riguarda il loro utilizzo, c’è solo l’imbarazzo della scelta: torte, muffin o semplicemente condite con zucchero (senza esagerare!) e limone, i più golosi possono metterle in una vaschetta e riempirle di panna e chi non ama i dessert può assemblare un’insalata di valeriana, rughetta e fragole condite con un po’ di limone e olio.

A San Valentino è poi famoso il risotto alle fragole, ma c’è sempre da ricordare che il modo migliore per gustarne il sapore in tutte le sue sfumature è mangiarne la giusta quantità ben lavate e senza alcun condimento.

 


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento