Dieta vegana, vegetariana e onnivora

L’introduzione della dieta vegana come regime alimentare prevede l’esclusione di tutti i cibi di origine animale e loro derivati. La scelta della dieta vegana può essere originata da una protezione verso gli animali o semplicemente dal concetto che non mangiare carni e derivati di qualsiasi tipo fa bene alla salute.

Scelta di cibi vegani

Il regime vegano prevede una scelta di alimenti possibilmente provenienti da colture biologiche, ricchi di vitamine e minerali, non pastorizzati e con l’assenza di glutammato. Sono esclusi dalla dieta i prodotti raffinati, i prodotti integrali, gli alcolici, il consumo di tabacco, tè e caffè decaffeinati, a cui segue una sensibile diminuzione del sale. A questi prodotti vengono preferiti il caffè di cereali o d’orzo, zucchero di canna integrale o malto d’orzo o malto di mais, sale marino e una presenza costante di frutta secca, soprattutto mandorle perché ricchi di sali minerali. Verdure crude e l’uso giornaliero di germogli e frutta fresca di stagione sono ancora tra gli alimenti frequentemente consumati nella dieta vegana.

Pro e contro della dieta vegana

I sostenitori della dieta vegana tendono a demonizzare il consumo della carne, soprattutto di quella rossa, poiché pensano che sia portatrice di alcuni tipi di cancro, primo fra tutti quello al colon. Effettivamente si è riscontrato una diminuzione di questo tipo di cancro tra i consumatori della dieta vegana, ma ciò non vuol dire che l’alimentazione vegana protegga da tutti i tumori dell’apparato digerente. Da un’attenta analisi si è invece riscontrato che la dieta vegana diminuisce il colesterolo, ma provoca l’aumento dell’omocisteina, un aminoacido che insorge a causa di una cattiva alimentazione, che porta a uno scarso assorbimento di vitamine del gruppo B, e che può provocare gravi malattie cardiovascolari. Quindi è errato definire la dieta vegana come la dieta che fa bene alla salute, poiché una buona alimentazione prevede l’apporto di tutte le vitamine necessarie a salvaguardare il benessere fisico, l’errore è invece l’abuso di tutte quelle sostanze che possono nuocere all’organismo.

loading...

Contrasti tra sostenitori di diete diverse

Le diatribe tra i sostenitori vegani e vegetariani si scontrano spesso con le teorie dei carnivori, e si focalizzano soprattutto sull’assunzione delle proteine e sulla loro provenienza. Mentre per i carnivori il consumo di proteine animali è fondamentale per un fisico sano, i vegetariani sostengono che loro stanno meglio del vegano poiché, pur eliminando le proteine animali sfruttano quelle dei derivati, e non soffrono di debolezza fisica.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento