Dieta in caso di gastrite

La gastrite è un processo infiammatorio acuto o cronico della parete gastrica, che presenta spiacevoli sintomi quali acidità, bruciori e crampi allo stomaco, vomito e nausea, sapore acido in bocca, finanche palpitazioni. Chiunque li presenti dovrebbe recarsi dal medico e, nel caso in cui scopra di essere appunto affetto da gastrite, regolare di conseguenza la propria dieta e assumere di buon grado alcune sani abitudini, che in ogni caso male non fanno mai.

Cibi consigliati

Ad essere consigliati sono innanzitutto cibi a basso contenuto lipidico, come pesci magri e carni magre. Il cibo deve essere poi preparato con metodi di cottura leggeri, senza ricorrere a intingoli vari. È bene inoltre consumare latte, meglio se parzialmente scremato, e yogurt, poiché in quanto alimenti basici contrastano l’acidità. Tra la frutta sono sconsigliati soltanto gli agrumi (aciduli), mentre le verdure sono di norma benvenute, ancor meglio se cotte. In ogni caso sono preferibili per ovvie ragioni i cibi facilmente digeribili per rendere più agevole la vita al nostro stomaco e di conseguenza a noi.

Cibi sconsigliati

Se ad essere consigliati sono i cibi poco grassi, va da sé che quelli grassi rientrano nella black list, quindi carne, pesce e formaggi che presentano questi valori nutritivi andranno depennati. Sconsigliato anche il consumo di cibi conservati, soprattutto se in salamoia e sottolio, di alimenti freddi, principalmente se a stomaco vuoto, e poco cotti. Particolarmente da evitare sono le spezie.
Sul fronte delle bevande, da eliminare quelle alcoliche e quelle gassate, oltre a tè e caffè.

Pubblicità
loading...

Sane abitudini

Anche la fedeltà alla versione laica del detto “Aiutati, ché Iddio ti aiuta” non può che portare benefici in questo ambito. Sarà quindi buona norma assumere delle sane abitudini, come mangiare in tutta rilassatezza e lentamente, per favorire la digestione. Il nostro stomaco ci sarà grato anche se i pasti saranno regolari e non eccessivamente abbondanti, soprattutto la sera, affinché non gli rendiamo il suo compito più gravoso. Inoltre è consigliato ridurre fumo e alcol: se deciderete di farlo, non sarà solo lo stomaco a godere di questa scelta.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento