Il cioccolato: sicuramente è buono, ma fa bene o male?

Sono davvero poche le persone che sanno resistere al gusto del cioccolato. In ogni supermercato è possibile trovarne di tutti i gusti: fondente, al latte, bianco, alle nocciole o gianduia; c’è davvero una scelta per ogni palato. Ma cosa offre dal punto di vista nutrizionale il cioccolato?

Il cioccolato è una rielaborazione del cacao amaro, una polvere ottenuta dalla macinazione del seme della pianta del cacao. Le tavolette in vendita sono preparate aggiungendo alla polvere anche del burro di cacao, ottenuto dalla parte oleosa dei semi, dello zucchero e quant’altro possa scaturire dalla fantasia degli chef: peperoncino, nocciole, mandorle, scorze d’arancia e tanto altro.

La qualità e quindi il gusto del cioccolato dipende poi dalla lavorazione e dagli ingredienti usati e alcune città sono particolarmente famose  per le loro produzioni, come Perugia o Modica.

Quali sono i valori nutrizionali del cacao?

Il cacao amaro è un alimento piuttosto calorico (228 Kcal per 100 gr) e fortemente energetico, ma solitamente non viene consumato da solo, viene invece lavorato per realizzarne  dessert o tavolette.

In questi casi molto spesso l’apporto calorico aumenta, a causa della presenza del burro di cacao, del latte e dello zucchero che vengono aggiunti, ma alcune delle proprietà benefiche del cioccolato possono rimanere intatte. Grazie ai principi attivi della pianta, il cacao ha delle proprietà antitumorali e sembra che possa aiutare anche a prevenire l’infarto ed altre malattie cardiovascolari. Il cioccolato dà anche un certo senso di benessere, ma bisogna stare attenti perché pare che possa creare una vera e propria dipendenza.

Ovviamente è opportuno tener presente che queste proprietà si trovano nella polvere di cacao più che nei dolci che ne derivano, i quali invece sono spesso talmente ricchi di zuccheri da non potersi considerare propriamente salutari. Mangiare la polvere di cacao è certamente impossibile, ma è sempre consigliabile scegliere tavolette di cioccolato molto fondente, se ne trovano anche al 70 o all’80% e alcune famose marche vendono anche prodotti al 99% di cacao. Sono tavolette di cui si può mettere in bocca giusto una piccola scaglia da sciogliere piano piano altrimenti il gusto molto amaro (che non risulta gradevole a tutti) potrebbe dare davvero fastidio.

cacaoIl cioccolato ieri e oggi

L’utilizzo del seme del cacao ha origini antiche. Sembra infatti che già i Maya avessero iniziato a coltivare la pianta per poi utilizzarla in modi certo differenti da quelli odierni, ma con lo stesso scopo energetico e gradevole.

Una leggenda azteca narra di una principessa che, lasciata dal marito a guardia di un tesoro, rifiutò di svelare il suo nascondiglio ai nemici che perciò la uccisero. Dal suo sangue si dice sia nata la pianta del cacao ,con un seme tanto amaro quanto la sua sofferenza e tanto forte come la principessa stessa.

Pubblicità
loading...

Ai tempi di Aztechi e Maya, e per molti secoli a venire, il cacao era utilizzato soltanto come bevanda amara e solo in tempi relativamente recenti lo zucchero ha reso il prodotto piacevole a tutti, bambini compresi.

Oggi il cacao viene elaborato in mille modi diversi, che in parte lo rendono adatto ai gusti di tutti e in parte tolgono alla purezza del cacao il caratteristico sapore amaro con le sue proprietà benefiche.

Il modo migliore per usufruire dei benefici del cacao è perciò assumerlo nel modo più semplice possibile, magari semplicemente in tazza con un po’ di latte nei pomeriggi d’inverno, o attraverso le tavolette di cioccolato molto fondente (dall’80% in su) in cui è maggiore la quantità di cacao e minore quella di burro di cacao e zucchero.

Il cioccolato ispiratore

Il cioccolato ha ispirato anche molti film della cinematografia più o meno recente.

Chi non ricorda le agognate tavolette di cioccolato di Willy Wonka, ne La fabbrica di cioccolato? Una bella storia tratta da un libro e scelta per ben due volte per farne un film, da Mel Stuart prima e da Tim Burton solo qualche anno fa.

Un altro film recente, Lezioni di cioccolato, è una commedia che coglie l’occasione per mostrare una gran varietà di dolciumi al cioccolato e, infine, chi può dimenticare le scene al limite della sensualità di Chocolat in cui Juliette Binoche e Johnny Depp vivono la loro avventura sullo sfondo di una golosissima cioccolateria?


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento