Chiarezza sull’uso di proteine per lo sport

Le proteine sono un elemento molto utile e importante per l’organismo, perché fanno funzionare ottimamente il sistema immunitario; fortificano le ossa, e rendono pelle e capelli sani. Per gli sportivi, esse sono in grado di contribuire alla crescita muscolare.

La carenza di proteine porterà molti problemi, sia a livello estetico che a livello funzionale. A lungo andare, il corpo non riuscirà più ad espletare neanche le funzioni più basilari. Chi segue un regime nutritivo vegetariano deve stare attento ad assumere alimenti vegetali ricchi di proteine, oppure degli integratori composti a proteine di origine animale.

E’ anche vero che troppe proteine possono fare male ugualmente all’organismo, perché possono insorgere problemi a livello renale, ma questa eventualità può succedere quando c’è una vera e propria intossicazione di proteine. Chi mangia solo carne e pesce e non alterna il tutto con frutta e verdura, oppure abusa di integratori proteici, trovabili nei negozi sportivi o in quelli dedicati ai prodotti per il benessere.

Chi pratica sport sa bene che, per integrare le riserve, deve assumere queste sostanze per non avere carenze e per ricomporre i muscoli. Ovviamente, la quantità varia secondo lo sport praticato, l’età della persona, la quantità di massa muscolare e dell’occupazione (cioè, se il lavoro che si svolge è attivo o sedentario). Molte persone hanno il terrore di sbagliare e d i danneggiare il loro fisico, oltre alla loro salute, anche per colpa di certe dicerie.

Gli atleti hanno bisogno di più proteine, e non è assolutamente vero che devono assumere lo stesso numero di proteine di una persona sedentaria. L’unico vincolo è quello di assumerle insieme a carboidrati e grassi, in modo da avere un apporto giornaliero di tutti i macro e micro elementi. E’ impensabile che un atleta possa assumere le stesse quantità di proteine delle persone non sportive, perché con l’allenamento bruciano più calorie e devono sostenere una massa muscolare maggiore, come è impensabile che ci sia una quantità fissa di proteine da assumere ad ogni pasto. Molti anni fa, quando si iniziava ad esplorare le funzioni dell’organismo e si scoprivano i vari componenti nutritivi, si pensava che una quantità di 30 gr di proteine a pasto fosse salutare, ma nel corso degli anni si scoprì che per stabilire la quantità esatta di proteine da assumere in un pasto concorrono altri fattori, come lo sport praticato, se si è sedentari o meno, il sesso, l’età e la percentuale di massa magra, per esempio.

loading...

E’ stato dimostrato che l’organismo, in assenza di una dieta carente di proteine, le trova prima consumando il grasso corporeo, poi intacca la massa muscolare. Ecco spiegato perché si tende a dimagrire.

Molte persone, specialmente quelle vegetariane, sostengono che assumendo delle proteine vegetali, non curandosi che c’è una netta differenza tra proteine animali e vegetali. L’uomo è onnivoro, quindi non va bene assumere solamente proteine a base vegetale. Chi non mangia carne, dovrebbe assumere pesce, uova, latte e derivati per integrare le riserve proteiche di origine animale e tutti gli elementi che il corpo è incapace di produrre in maniera autonoma.


Articoli che potrebbero interessarti

Tags: ,

Non ci sono commenti.

Lascia un Commento